Il matrimonio civile è una scelta sempre più frequente e in continuo aumento tra i futuri sposi. Le motivazioni che li spingono verso questa scelta sono di vario tipo e spesso sono personali o religiose.

Il matrimonio civile non deve essere considerato un matrimonio di serie B o la “morte del romanticismo”, ma è importante tanto quanto la funzione religiosa. Il problema principale delle cerimonie civili riguarda la loro freddezza, ma questo è un problema risolvibile, dato che con le giuste rifiniture il rito civile può essere personalizzato e reso anch’esso emozionante ed unico.

Il primo passo da compiere se avete optato per una cerimonia civile è la scelta della location. Oltre alle classiche sale comunali, molti comuni mettono a disposizione diversi luoghi pubblici per lo svolgimento delle cerimonie. Quindi, se siete fortunate e il vostro comune possiede un fantastico luogo in cui svolgere la vostra cerimonia…approfittatene.
Le personalizzazioni in questo caso sono praticamente infinite a meno che voi non abbiate già in mente un tema o uno stile per il vostro matrimonio dei sogni. In questo caso non vi resta che studiare come procedere con l’allestimento della sala o del giardino.

Gli spazi della cerimonia civile sono strutturati allo stesso modo di quelli di qualunque altro tipo di cerimonia: una platea composta da sedute per i vostri ospiti, un corridoio centrale per il vostro ingresso e quello dei vostri testimoni e l’area dedicata alla funzione.

L’area dedicata alla cerimonia è ovviamente la parte più importante della location. Dovrà essere composta essenzialmente da un banchetto per l’officiante e delle sedute per gli sposi e per i testimoni. Questo spazio dovrà essere strutturato in maniera tale che tutti gli ospiti possano godersi ed assistere alla cerimonia al meglio.

matrimonio civile

L’officiante del matrimonio civile tendenzialmente è il Sindaco o un suo delegato, ma non è un obbligo. Per evitare un rito freddo e poco coinvolgente, potrete richiedere al comune dove vi sposerete una delega e scegliere tra i vostri amici o parenti (dopo il 3° grado) la persona che considererete più adatta per celebrare il vostro matrimonio.

Il rito civile rispetto a quello religioso è molto più snello e semplice, con delle fasi essenziali e obbligatorie:

  • Lettura degli articoli del codice civile da parte dell’officiante
  • La domanda di rito rivolta agli sposi per affermare la loro intenzione di unirsi in matrimonio
  • Lo scambio delle fedi
  • Firma del registro da parte degli sposi e dei testimoni

Questi step sono obbligatori e fanno parte del lato “burocratico” del matrimonio civile. Il bello di questa tipologia di matrimonio è che il rito può essere personalizzato aggiungendo dei passaggi che lo renderanno più ricco, emozionante e coinvolgente:

  • Musica all’ingresso degli sposi
  • Un rito simbolico (rito della rosa, rito della luce, rito delle candele…)
  • Un discorso o una lettura da parte dell’officiante
  • Le promesse degli sposi
  • Discorso dei testimoni

Essendo un rito strettamente burocratico l’aggiunta di uno o più di questi passaggi è praticamente obbligatoria per creare un’atmosfera romantica e far vivere un’emozione unica ai vostri ospiti, ma soprattutto a voi stessi.

 

Fausto Sari Atelier

 

Comments are closed.